ISPI Dossier
22 Gennaio 2018

Archivio maggio, 2012

Egitto, la Primavera nell’urna

In Egitto la lunga fase di transizione sembra avvicinarsi nelle prossime settimane a una duplice svolta: quella delle elezioni presidenziali, che si terranno con un doppio turno, e quella prevista – ma tutt’altro che scontata – del passaggio di poteri dalla giunta militare al neo-eletto presidente. Se i risultati per l’elezione del Parlamento dello scorso inverno hanno registrato la chiara vittoria di ‘Libertà e Giustizia’, il partito dei Fratelli Musulmani, i risultati del primo turno delle presidenziali appaiono molto più incerti. Sono almeno tre i candidati che portrebbero contendersi il ballottaggio: Amr Moussa, ex segretario generale della Lega araba, Abdel Moneim Abul Fotouh, ex esponente della Fratellanza, e Ahmed Shafiq, ultimo primo ministro dell’era Mubarak. A questi bisogna aggiungere Mohamed Moursi, candidato “di ripiego” dei Fratelli musulmani dopo l’esclusione da parte della commissione elettorale del più popolare Khairat Shater, e Hamdeen Sabbahi, socialista nasseriano coinvolto nella rivolta del 2011. Tra resistenze dei vecchi detentori del potere e dinamiche del tutto nuove – come i confronti televisivi tra candidati (foto), una novità in questo paese nel quale poco più di un anno fa le elezioni presidenziali erano un semplice formalità – è continuata sotto traccia la disputa tra i Fratelli Musulmani e il Consiglio Militare che sembra voler cercare una via per poter conservare un ruolo privilegiato. Le incognite che riguardano il paese sono quindi ancora numerose, a cominciare dai valori della nuova Costituzione, per finire con il modello economico con cui affrontare le sempre più urgenti difficoltà su questo fronte. Le prossime settimane quindi potrebbero contribuire a chiarire il complesso quadro politico del paese e verificare la possibilità o meno di una coesistenza tra la mano forte dei militari e le richieste di cambiamento della rivoluzione egiziana. (Foto: Reuters – Abdel Moneim Abul Fotouh, a sinistra, Amr Moussa a destra)

background scenario

 

 

forum

Egitto: l'esercito permetterà un vero cambiamento?

Ziad Bahaa-Eldin (Partito Socialdemocratico egiziano): "L'esercito è un attore chiave, e continuerà a essere tale. Ma ciò non è necessariamente negativo. Anche noi abbiamo bisogno di tempo per sviluppare la nostra capacità di lavorare come attori politici dentro il parlamento e fuori, indipendentemente dal fatto che l'esercito sia seduto intorno al tavolo del potere o no".

Nader Fergany (Ricercatore e opinionista per Al Ahram): "Il cambiamento è difficile. Le tangibili ragioni che hanno portato alla prima ondata della rivoluzione popolare nel gennaio 2011 - ovvero oppressione, povertà, corruzione e ingiustizia sociale - sono oggi peggiori che negli ultimi giorni del partito di Mubarak".

commenta

more on

DALL'ISPI

Cinque possibili candidati
per una pesante eredità
(new)
Elisa Ferrero

Gli incerti poteri costituzionali
del nuovo Presidente
(new)
Pietro Longo

Ma i militari continueranno
a contare
(new)
John Shehata

Salafiti e Fratelli Musulmani:
convergenza tattica
dopo le tensioni
(new)
Marina Calculli

Il Cairo verso una nuova politica regionale (new)
Eugenio Dacrema

Multimedia:

Abul Fotouh, il favorito della Piazza (new)
Paola Caridivideo

Il fantasma
di un nuovo Mubarak
(new)
Massimo Campaninivideo

Precedenti:

Where is Egypt Heading?
Reasons Why No One Really Knows

Sally Khalifa Isaac

Egitto un anno dopo:
rivoluzione continua

ISPI Dossier

 

DAL MONDO

WASHINGTON
(Egypt Independent)
"Constitutional path remains in limbo leaving power sharing unresolved"

LONDRA
(Chatham House)
"Bread, Dignity and Social Justice: The Political Economy of Egypt's Transition"

MADRID
(El Paìs)
"Primicia en el mundo árabe"

WASHINGTON
(Atlantic Council)
"Beyond the Presidential Race, Liberals Hope to Regroup with Stronger Parties"

NEW YORK
(New York Times)
"Candidate in Egypt Makes an Insider's Run for President"

 

DALLO SCAFFALE

Storia dell'Egitto contemporaneo Massimo Campanini

I ragazzi di piazza Tahrir
Azzurra Meringolo

successivo precedente

ISPIChi siamoContatti