ISPI Dossier
26 Maggio 2017

Archivio gennaio, 2012

Fuori dalla crisi: ora o mai più

Due anni di vertici, piani di salvataggio e misure senza precedenti non sono ancora stati sufficienti a far uscire l’Eurozona dalla crisi. L’ultimo summit ha cercato di rappresentare un punto di svolta imponendo rigore, di rilievo costituzionale, alle politiche di bilancio dei paesi membri e prevedendo stretti meccanismi di coordinamento a livello europeo. L’Europa – con la significativa esclusione di Gran Bretagna e Repubblica Ceca – segue dunque la ‘ricetta tedesca’ per ristabilire piena credibilità dei paesi dell’Eurozona a livello internazionale. Decisioni che non mancheranno di avere un grosso impatto sull’Italia nei prossimi anni. Rimangono comunque ancora molte incognite in merito al salvataggio dei paesi più in difficoltà, a partire da Grecia e Portogallo, e alle effettive misure che saranno intraprese per rilanciare la crescita e combattere la disoccupazione, a partire da quella giovanile.

background scenario

 

 

forum

Austerity e "commissariamento" della Grecia:
soluzioni giuste per l'Europa?

Philipp Roesler (Ministro Economia tedesco): [...] "La nostra pazienza con la Grecia si avvicina decisamente al limite. La posizione della Germania è dura, ferma e giusta. [...] Adesso i greci devono mostrare di fare sul serio e far seguire alle parole i fatti. Per la messa in atto delle riforme servono più decisione e controllo. Se i greci non ci riescono da soli, allora decisioni e controllo devono venire da fuori, ad esempio dall'Ue"...

George Soros (fondatore Quantum Funds): [...] "Le operazioni di rifinanziamento a lungo termine varate a dicembre dalla Banca Centrale Europea hanno alleviato i problemi delle banche europee, ma non quelli degli stati membri altamente indebitati. [.] Una soluzione a metà non pare sufficiente. [.] E' stata la Germania - e non il FMI - che si è imposta come supervisore dell'intera operazione imponendo una disciplina fiscale, ma ciò sta generando e genererà tensioni che potrebbero distruggere l'Unione Europea"...

commenta

more on

DALL'ISPI

Il nuovo Trattato:
necessario ma incompleto
(new)
Antonio Villafranca

Crescita e flessibilità delle misure: il successo italiano (new)
Franco Bruni

Euro: lotta per la sopravvivenza (new)
Fabrizio Goria

Europe and United Kingdom: a peculiar relationship (new)
Stefano Pilotto

Precedenti:

2012, The Europe to Come
Antonio Missiroli

2012, People to watch: Angela Merkel
Wolfgang Wessels

La governance economica tra squilibri globali e prospettive dell'Unione Europea: l'interesse italiano
a cura di Franco Bruni e Antonio Villafranca

Eventi:

L'Italia e la guerra dell'euro video

 

DAL MONDO

BRUXELLES
(Bruegel)
"The Euro crisis and the new impossible trinity"

BRUXELLES
(CEPS)
"China's Price for Rescuing the Euro"

WASHINGTON
(Brookings)
"The Euro-Area Crisis: Weighing Options for Unconventional IMF Interventions"

LONDRA
(University of London and CEPR)
"Debt Restructuring: Ramifications for the Euro Area"

LONDRA
(The Economist)
"And then there was one"

 

DALLO SCAFFALE

Global governance and the role of the Eu

L'acqua e la spugna. I guasti della troppa moneta

precedente

ISPIChi siamoContatti