ISPI Dossier
26 Maggio 2017

Archivio dicembre, 2010

2011: il mondo che verrà

Alla fine del decennio che ha cambiato il mondo, questo Dossier Speciale ISPI si propone di delineare il mondo che verrà nel nuovo decennio, a partire da quanto accadrà nel 2011.L’avvio di una transizione globale, ben più radicale di quanto non si prevedesse, appare sempre più evidente. Tutti i tasselli dell’ordine internazionale potranno essere rimessi in gioco. La crisi economica ha di fatto accelerato i mutamenti di gerarchia del potere e del prestigio internazionale, tanto a livello globale quanto all’interno delle diverse regioni. Il Dossier prende in esame i futuri scenari internazionali, i leader emergenti e le crisi da seguire con attenzione nel prossimo anno.

LA TRANSIZIONE GLOBALE di Alessandro Colombo

Il decennio che si sta per chiudere ha assistito al progressivo sgretolamento dell’illusione di continuità che politici, commentatori e studiosi avevano proiettato sulla fine del sistema bipolare e…
segue »

DECLINO PROSSIMO VENTURO?


Se agli Stati Uniti non basta Obama di Boris Biancheri
Il secondo anno di presidenza di Obama è stato più difficile del primo. Si chiude infatti con un insuccesso elettorale e con un franco…
segue »

Europa: non tutto è perduto di Antonio Missiroli
Il 2010 avrebbe dovuto essere ricordato come quello delle nuove istituzioni europee create dal Trattato di Lisbona appena entrato…
segue »

Euro, l’innovazione al potere di Franco Bruni
Nel 2010 il connotato caratteristico della crisi finanziaria internazionale sono state le difficoltà dei debiti dei governi. Nell’eurozona i…
segue »

Crisi sociale: tre vie d’uscita di Maurizio Ferrera
La crisi finanziaria globale scoppiata a fine 2007 ha avuto ricadute molto pesanti sul reddito delle famiglie e più in generale sulla loro…
segue »

Lo shock che può risvegliare l’Italia di Mario Deaglio
Da acuta che era, la crisi mondiale è diventata cronica. La produzione ha smesso di scendere quasi ovunque ma, a fine 2010, in nessun…
segue »

EMERGENTI ATTO TERZO di Sara Cristaldi

Protagonisti dei dieci anni che hanno capovolto il mondo, dal 2000 al 2010. Sicuri protagonisti del secondo decennio di quello che è stato definito il secolo dell’Asia, ma che in realtà sarà il “secolo del…
segue »

IRAN: IL GRANDE NEMICO di Riccardo Redaelli

Fin dalla sua traumatica fondazione nel 1979, la Repubblica islamica dell’Iran ha rappresentato, o perlomeno è stata percepita, come uno dei principali fattori d’insicurezza regionale da parte di una…
segue »

RIVOLUZIONE WIKILEAKS di Daniele Moro

La questione WikiLeaks dimostra che, di fatto, il mondo delle nazioni è sempre più costretto a confrontarsi con il mondo delle reti. Il contrasto tra Google e il governo cinese e l’organizzazione del movimento…
segue »

 

 

more on

CONFERENZA ISPI


2011: la transizione globale
10 febbraio 2011



PEOPLE TO WATCH IN 2011


Dilma Rousseff
di Paolo Magri
Dal 1° gennaio Dilma Rousseff subentrerà a Lula come presidente del Brasile. Il paese che eredita dal suo predecessore, che termina il mandato con una ... segue »

Rahul Gandhi
di Elisa Giunchi
Il suo curriculum è quello tipico di un rampollo dell'elite indiana: dopo avere studiato in India e negli Stati Uniti, ha ottenuto un master nella prestigiosa università di ...segue »

Xi Jinping
di Alberto Brambilla
Le Olimpiadi di Pechino saranno ricordate come il simbolo tangibile della potenza cinese. A organizzarle è stato Xi Jinping, il futuro presidente della Repubblica ... segue »

Gamal Mubarak
di Valeria Talbot
Sebbene non sia stato ancora designato come il candidato del Partito nazionale democratico (PND) alle presidenziali del 2011, Gamal Mubarak continuerà a ... segue »

 

CRISIS TO WATCH IN 2011


Afghanistan
di Andrea Carati
Nel 2011 l'intervento militare in Afghanistan compirà 10 anni e le aspettative rispetto ai suoi due scopi strategici iniziali restano invariate. Il primo obiettivo, la cacciata... segue »

Spagna
di Antonio Villafranca
Dopo il salvataggio in extremis della Grecia e dell'Irlanda, è la penisola iberica a tener alta la tensione in Europa. La crescita dello spread tra i titoli portoghesi e quelli... segue »

Sud Sudan
di Lia Quartapelle
Nel 2011 il mondo darà quasi certamente il benvenuto, sia pure un benvenuto pieno di ombre, alla 193esima nazione, il Sud Sudan. Il 9 gennaio, infatti, si tiene il... segue »

Corea
di Axel Berkofsky
Il 2010 è stato un pessimo anno per la penisola coreana. A meno che non vi siano cambiamenti di politica drastici in Corea del Nord, anche il 2011 potrebbe diventare... segue »

precedente

ISPIChi siamoContatti