ISPI Dossier
24 Gennaio 2018

Archivio giugno, 2010

Sudafrica 2010: la grande occasione?

Investimenti, infrastrutture e sicurezza: il Sudafrica è pronto ad ospitare i Mondiali di calcio 2010 che si aprono l’11 giugno. Questi rappresentano un’importante scommessa per il futuro del paese: un’occasione unica per presentare al mondo un contesto e una società che fino a due decenni fa erano considerati fonte di grande imbarazzo internazionale a causa del regime dell’apartheid. La doppia novità che ha riportato il Sudafrica sotto i riflettori nell’ultimo biennio (il cambio al vertice tra Mbeki e Zuma e l’organizzazione dei Mondiali di calcio) pone il paese di fronte a una svolta. Le aspettative create dal primo grande evento globale organizzato in Africa rappresentano una possibilità di rilancio per il continente nel suo complesso, ma soprattutto per il Sudafrica. Gli effetti a medio e lungo termine degli eventi sportivi internazionali restano difficilmente prevedibili, anche perché investono sia fattori economici reali sia cambiamenti nella percezione internazionale dei paesi ospitanti. I fattori interni di tensione del resto sono ancora molti: povertà, diseguaglianza, e una nuova leadership, molto amata dalla maggioranza dei neri, ma che fatica a perseguire una linea politica chiara.


background scenario

 

 

forum

I mondiali di calcio in Sudafrica: una occasione di sviluppo o un evento per pochi?

Tabo Mbeki (ex presidente del Sud Africa): [...] "Chi vincerà il campionato mondiale, vincerà in Africa e con l'Africa. Questo appuntamento non è solo sportivo ma riguarda l'Africa e la sua capacità di ospitare il mondo e di rinnovare la vecchia immagine di sottosviluppo. L'occasione è unica"...

Udesh Pillay (direttore Human Science Research Council di Pretoria): [...] "Questi mondiali, come altri grandi eventi sportivi del passato, non miglioreranno affatto le condizioni di vita e prosperità della popolazione. Vi sono molti dubbi sull'uso di ingenti fondi pubblici per organizzare mega eventi quando la gente vive in condizioni di povertà come quella attuale"...

commenta

more on

DALL'ISPI

Il Sudafrica, i Mondiali di calcio e la strada verso lo sviluppo(new),
Amb. Elio Menzione

Quello che i soldi non possono comprare. Gli investimenti e la posizione internazionale del Sud Africa aspettando la Coppa del mondo (new), Lia Quartapelle

Sudafrica 2010: una opportunità anche per la popolazione?(new) Emanuela Citterio

The Zuma Precidency and the business community(new),
Jonathan Clayton

Documentazionevideo

Il diavolo non è poi così brutto? Il primo semestre della presidenza Zuma in Sudafrica, Rocco W. Ronza

Sudafrica: le elezioni più difficili del dopo-apartheidvideo

 

DAL MONDO

SUDAFRICA
(University of Johannesburg)
"Assessing Development Of The 2010 Soccer World Cup"

SUDAFRICA
(South African Democracy Education Trust, Pretoria)
"Sports as cultural diplomacy: the 2010 FIFA World Cup in South Africa's foreign policy"

SUDAFRICA
(Human Sciences Research Council - HSRC)
"Mega-events as a Response to Poverty Reduction: the 2010 FIFA World Cup and its Urban Development Implications"

GERMANIA
(University of Hamburg)
"South Africa 2010: economic scope and limits"

BELGIO
(Katholieke Universiteit Leuven)
"Sports and Development: An Economic Perspective on the Impact of the 2010 World Cup in South Africa"

 

DALLO SCAFFALE

Limes e i mondiali in Sudafrica

successivo

ISPIChi siamoContatti