ISPI Dossier
02 Settembre 2014

Archivio giugno, 2010

G8-G20: l’architettura globale a prova di crisi

La tensione verso il raggiungimento di un sistema di governance dotato di regole efficaci e prodotte da un processo decisionale quanto più condiviso, è stato al centro delle delle relazioni internazionali negli ultimi due anni. Si è assistito ad un passaggio epocale, il G20 si è imposto come il principale foro di discussione sull’economia internazionale. Una trasformazione che riflette il peso che i paesi emergenti hanno assunto a livello globale. Ma tale passaggio non garantisce di per sé che la governance sia pienamente rappresentativa e tantomeno più efficace. Rimangono importanti incognite legate non solo alla eterogeneità degli stati coinvolti ma anche alla leadership: di fronte al percepito declino statunitense e ad una Ue nell’occhio del ciclone per le debolezze dell’Euro si aprono scenari inediti. Se la crisi finanziaria ha costretto a profondi ripensamenti dell’architettura globale, la crisi dell’Euro pone nuovi interrogativi sul peso che in essa l’Ue riuscirà ad avere.

background scenario

 

 

forum

Il G20 è la miglior soluzione di goverance mondiale?

Joseph Stiglitz (premio Nobel per l'economia): [...] "Non ci vogliono G8 o G20 ma un G192: occorre una nuova relazione tra l´Assemblea generale dell’Onu e le istituzioni di Bretton Woods. La crisi finanziaria mondiale esige una reazione mondiale."...

Dominique Strauss-Kahn (direttore del FMI): [...] "Nell'accresciuta cooperazione economica internazionale il G20 sta svolgendo un ruolo sempre più importante. Dovrà essere rafforzato ulteriormente con la creazione di un meccanismo di cooperazione interna più stabile"...

commenta

more on

DALL'ISPI

Dal G8 al G20: un cambio irreversibile nella governance dell’economia mondiale?(new),
Federico Bonaglia e Andrea Goldstein

La National Security Strategy e il G20 (new), Alberto Martinelli

Il G20 e il Financial Stability Board oltre la crisi(new) Franco Bruni

L’Europa e i Signori del rating: la sfida delle regole globali,
Guido Plutino

Dopo la Grecia: l'Europa e il governo delle crisivideo

Il G8 e la cooperazione economica mondiale (2009)

 

DAL MONDO

TORONTO
(G8 Research Group)
"Canada's 2010 G8: Plans for the G8 Muskoka Summit"

WASHINGTON
(Brookings)
"Recovery or Relapse: The Role of the G-20 in the Global Economy"

MONTREAL
(IRPP)
"The G20 Summit: Tough Issues, Big Expectations"

BRUXELLES
(Bruegel)
"G20 Monitor: Time to deliver"

SIDNEY
(University of Sidney)
"G2 in G20: China, the United States and the World after the Global Financial Crisis"

LONDRA
(Chatham House)
"Our Common Strategic Interests: Africa's Role in the Post-G8 World"

 

DALLO SCAFFALE

World Economic Outlook (WEO), Rebalancing Growth, April 2010

L'acqua e la spugna. I guasti della troppa moneta, Franco Bruni

precedente

ISPIChi siamoContatti