ISPI Dossier
24 Gennaio 2018

Archivio maggio, 2010

Elezioni in gran bretagna: una corsa a tre

I motivi che rendono queste elezioni britanniche ancora di maggior interesse rispetto al passato sono numerosi. Per la prima volta dal dopoguerra tre partiti – conservatori, laburisti e liberal-democratici – seppur con diverse possibilità, potrebbero andare al governo, ponendo fine al bipartitismo e mettendo in dubbio la validità di un sistema elettorale rigidamente maggioritario. Sul piano internazionale, chi guiderà il paese dovrà confrontarsi con difficoltà nuove rispetto al passato: l’amministrazione statunitense ha ridotto l’importanza della direttrice europea e, di riflesso, l’uso esclusivo del perno britannico per proiettarsi sul continente; allo stesso tempo, all’affievolirsi di questo legame non è corrisposto un maggior impegno europeista. Sul piano economico il futuro governo dovrà fare i conti con le conseguenze della crisi, con il forte ridimensionamento della crescita trainata dall’esterno e con le incertezze sul modello finanziario anglosassone.
Mentre è chiara la conclusione di un ciclo storico durato più di sessant’anni, la direzione che dal 6 maggio sarà impressa alla nuova fase politica appare molto incerta.

background scenario

 

forum

Nuovo governo britannico: cosa può cambiare per l’Europa?

Gordon Brown (Primo Ministro britannico): [...] "Tre milioni di posti di lavoro dipendono dall’adesione all'UE; 750.000 imprese necessitano del mercato europeo. Non dobbiamo mai più essere una sedia vuota in Europa"...

Nick Clegg (candidato del Partito liberal-democratico)[...] "L’Europa non è perfetta ma molte questioni non possono essere risolte solamente da noi. I problemi non si fermano alle scogliere di Dover. L’Europa è importante e ci rende più forti"...

David Cameron (candidato del Partito conservatore)[...] "Gli altri due partiti non vogliono difendere il nostro paese in Europa. Io voglio restare in Europa ma non essere guidato dall’Europa"...

commenta

more on

DALL'ISPI

Le elezioni britanniche e l'Europa (new), Boris Biancheri

The Battle for Britain: The UK General Election (new), Dermot Hodson

Le tre dimensioni della crisi britannica (new), David W. Ellwood

Elezioni britanniche: la crisi del sistema elettorale e la difficile stabilità (new), Leonardo Maisano

Immigrazione: proposte al di lá della minaccia dello straniero (new), Alessandro Valera

Europe after the Crisis: Dirigisme vs Liberalism, Carlo Secchi e Antonio Villafranca

 

DAL MONDO

LONDRA
(Chatham House)
"Rethinking the UK's International Ambitions and Choices"

LONDRA
(IISS)
"UK election could herald untidy politics"

LONDRA
(Guardian)
"What about foreign policy in this election?"

BERLINO
(European Council on Foreign Relations)
"Britain’s ‘European’ election"

WASHINGTON
(Foreign Policy)
"Who won Britain's second debate?"

 

DALLO SCAFFALE

The British General Election of 2010

Britain and European Integration since 1945: On the Sidelines

 

successivo

ISPIChi siamoContatti